MARKET MOVER 22 OTTOBRE 2018

Buongiorno

la settimana si apre con il test dello spread BTP BUND dopo aver verificato area 330. Ci attendiamo un ritracciamento benchè Moody’s abbia abassato di un noch il giudizio sull’Italia aggiornandolo a Baa3 mentre prima era Baa2. L’outlook rimane stabile. Il 26 si pronuncerà Standard & Poor ci attendiamo un giudizio sospensivo: rating stabile con Outlook negativo in revisione nei prossimi 6 mesi.

La settimana vedrà anche la riunione della BCE (giovedì) si prevede che i tassi resteranno invariati al minimo storico. La decisione sarà seguita 45 minuti dopo dalla conferenza stampa del Presidente Mario Draghi. Le sue dichiarazioni sono attese per capire se e quando la banca abbia intenzione di aumentare i tassi di interesse. La BCE si era impegnata a terminare il programma di acquisti entro la fine dell’anno, mentre i tassi di interesse dovrebbero rimanere tali fino al 2019.

Mercoledì avremo la pubblicazione del GDP USA terzo trimestre: Il Dipartimento per il Commercio USA pubblicherà i dati rivisti sulla crescita economica  alle 8:30 ET (12:30 GMT). L’economia dovrebbe essere cresciuta al tasso annuo del 3,3% nel trimestre che va da luglio a settembre, con una revisione al ribasso dalla stima preliminare del 4,2%, la lettura migliore degli ultimi 4 anni. Il modello dinamico di stima della FED di Atlanta proietta il dato poco sotto il 4% al 3,9%; il consensus del panel degli economisti si attestaal 3,3%.

 

In programma questa settimana anche i dati statunitensi sugli ordinativi di beni durevoli relativi al mese di settembre. I dati rilasciati di recente mostrano che l’economia statunitense resta solida, nonostante l’aumento dei tassi di interesse e le tensioni per la guerra commerciale in corso.

Sempre mercoledì la Banca del Canada annuncerà la decisione sul tasso di interesse  alle 10:00AM ET. Si prevede che la banca deciderà di aumentare i tassi di 25 punti base all’1,75%. Si tratterebbe del quinto aumento dal luglio 2017.  La BoC dovrebbe inasprire al politica altre due volte nel 2019, in quanto l’economia canadese continuerà a crescere nei prossimi trimestri grazie allo stimolo discale statunitense che aumenta la domanda per l’export. L’accordo sul North American Free Trade Agreement (NAFTA) ha ridotto il rischio per l’export canadese, facendo aumentare le possibilità di ulteriori interventi sui tassi da parte della banca centrale. Il dollaro canadese nel frattempo rimane inserito in un contesto di rafforzamento sull’euro. Il cambio eur cad dovrebbe subire ulteriori vendite al test di area 1,51/1.52. Per approfondimenti operativi scrivete a   w.biasia@wbadvisors.it.

Per commentare tutti gli eventi della settimana Sarò ospite della Redazione Giornalistica di Rai 1 alle ore 17.45 circa da lunedì sino a venerdì  26.

Martedì alle 17.30 su Class CNBC ; giovedì alle 9.30 sarò ospite della dott.ssa Annabella D’Argento a LE FONTI TV per commentare le attese sul meeting della BCE e la lettura del GDP negli USA con i relativi impatti sul dollaro e sui mercati in generale.

 

MARKET MOVER : LE NOTIZIE PER GESTIRE IL RISCHIO DI CAMBIO

MARKET MOVER : LE NOTIZIE PER GESTIRE IL RISCHIO DI CAMBIO