MARKET MOVER 20 SETTEMBRE 2018

Analisi rischio cambio e Risk Management

MARKET MOVER 20 SETTEMBRE 2018

 

FOREX – Dollaro vicino al minimo da sette settimane contro un basket di valute, con il placarsi delle tensioni relative alle relazioni Usa-Cina sulla questione commerciale che riducono l’appeal della valuta Usa come bene rifugio. Attorno alle 7,50, l’indice del dollaro cede 0,05% a 94,495, l’euro vale 1,1681/85 dollari da 1,1672 della chiusura di ieri, 131,05/10 yen da 131,03. Il dollaro/yen si attesta invece a 112,16/19 dalla chiusura di 112,27.

GREGGIO – Prezzi del greggio in rialzo sulle piazze asiatiche, spinti da un altro calo delle scorte di greggio Usa e da una forte domanda di benzina, mentre i segnali che l’Opec potrebbe non aumentare la produzione per far fronte alle contrazioni dell’offerta dell’Iran. Attorno alle 7,55 i derivati sul Brent scambiano in rialzo di 30 centesimi a 79,70 dollari al barile, quelli sul greggio Usa guadagnano invece 51 cent a 71,63 dollari al barile.

TREASURIES – Rendimenti in rialzo nell’ultima chiusura per i titoli del Tesoro Usa, con il decennale di riferimento che è salito al 3,092%.

OCSE – Attesi i numeri dell’Interim Economic Outlook: nell’Economic Outlook di maggio l’Ocse ha tagliato lievemente le stime di crescita sull’Italia per quest’anno e il prossimo, mettendo in guardia dai possibili effetti negativi dell’incertezza legata alle politiche economiche e indicando una crescita dell’1,4% per il 2018 e 1,1% per il 2019 (da 1,5% e 1,3% rispettivi stimati a marzo).

MOSCOVICI – Moscovici esorta “l’Italia ad essere chiara e a stare dove le spetta, nel cuore della zona euro come un Paese forte e credibile che abbia la volontà di tenere il suo debito sotto controllo”. Per far questo il Commissario Ue indica la via del taglio alle spese inutili, dando invece priorità a investimenti e spese infrastrutturali per stimolare crescita e produttività.

SFIDA SU DEFICIT – ‘Il Messaggero’ riferisce che Tria, in risposta a Conte schierato per il reddito di cittadinanza, non concederà più di 3,4 miliardi di euro, che porterebbero il deficit al massimo di 1,8% del Pil, contro l’1,6% inizialmente sostenuto dal ministro. “E’ impossibile attuare per intero il reddito di cittadinanza entro il 2019”. Un 1,8% inteso come un segnale di disponibilità verso Di Maio e Salvini, che non basterebbe però a soddisfare le richieste dei vicepremier.

M5S CONTRO TECNICI MEF – ‘La Stampa’ riporta che, dopo Tria, nel mirino dei grillini sarebbero adesso tecnici, funzionari e dirigenti del Mef del Tesoro, a partire dal Ragioniere dello Stato Daniele Franco. I grillini lamentano una totale “assenza di comunicazione”.

PIANO INFRASTRUTTURE – In un’intervista a ‘Il Sole 24 Ore’, Toninelli torna sul maxipiano per le infrastrutture, “un grande piano, di portata eccezionale, senza limiti di spesa, che cercheremo di finanziare fuori dei vincoli Ue” dice il ministro. “Un piano da inserire già nella legge di bilancio o in un decreto legge immediatamente successivo”.

MANOVRA – Fonti governative e parlamentari sentite ieri da Reuters raccontano di un tentativo di equilibrare le richieste delle forze al governo, che altrimenti porterebbero le misure allo studio molto sopra i 30 miliardi. Gli sherpa economici di Lega e M5s starebbero trattando per spartirsi in manovra 9 miliardi a testa e chiedono a Tria, di trovare anche i 12,4 miliardi necessari a sterilizzare l’aumento dell’Iva. Lega e M5s puntano ad aumentare l’indebitamento netto fino al 2,5%, con la conseguenza di peggiorare i saldi strutturali e spingere nuovamente al rialzo il rapporto debito/Pil. Di Maio propone all’Europa uno scambio: più deficit nel 2019 a fronte dell’impegno a rientrare nei parametri dal 2020, mano a mano che si attuano nuovi tagli alla spesa.

BTP – A creare qualche tribolazione nei mercati nella seduta di ieri le parole di Di Maio, secondo cui non si possono aspettare anni per mantenere le promesse fatte agli elettori.. Il Btp decennale ha chiuso con un rendimento a 2,86% e un differenziale con l’omologo Bund a 237 punti base.

PRIMARIO – Prima tappa delle aste italiane di fine mese, con l’annuncio da parte del Tesoro di quantitativi Ctz e Btpei in asta il 25 settembre. Sul primario si attivano invece Spagna e Francia: Madrid con l’offerta di Spagna, Tesoro offre 4-5 miliardi di titoli di Stato con scadenze 2021, 2022, 2025, 2028; Parigi con 6,5-7,5 miliardi di Oat nominali 2021, 2024 e 2026 e con 1-1,5 miliardi di indicizzati.

 

DATI MACROECONOMICI

 

GRAN BRETAGNA

Vendite dettaglio agosto (10,30)-attesa -0,2% m/m; 2,3% a/a.

 

GRECIA

Partite correnti luglio (10,30).

 

ZONA EURO

Stima fiducia consumatori settembre (16,00) – attesa -2,00.

 

USA

Nuove richieste settimanali sussidi disoccupazione (14,30) – attesa 210.000.

Indice Fed Filadelfia settembre (14,30) – attesa 17,0.

Vendita case esistenti agosto (16,00) – attesa 5,35 milioni; 0,3% .

Leading indicator agosto (16,00) – attesa 0,5% m/m.

 

ASTE DI TITOLI DI STATO

ITALIA

Tesoro annuncia quantitativi Ctz e Btpei in asta il 25 settembre.

EUROPA

Francia, Tesoro offre 6,5-7,5 miliardi Oat 25/2/2021 cedola zero, 25/3/2024 zero e 25/5/2026 0,50%; 1-1,5 miliardi indicizzati Oati 1/3/2028, Oatei 25/7/2030 e Oatei 25/7/2036.

Gran Bretagna, Tesoro offre 2,75 miliardi Gilt 2028, cedola 1,625%.

Spagna, Tesoro offre 4-5 miliardi titoli Stato scadenze 31/1/2021 cedola 0,05%, 31/10/2022 0,45%, 30/4/2025 1,60% e 30/7/2028 1,40%.

 

 

BANCHE CENTRALI

 

ITALIA

Banca d’Italia pubblica “Indicatori di solidità finanziaria” trim2.

EUROPA

Norvegia, banca centrale annuncia tassi e decisione di politica monetaria; segue conferenza stampa (10,00).

Svizzera, banca centrale annuncia tassi, comunicato politica monetaria (9,30).

Zona euro, intervento Weidmann (15,15).

Zona euro, intervento Praet a New York (19,20).

 

APPUNTAMENTI

ITALIA

Roma, celebrazione dei 140 anni del Messaggero, con Mattarella, Francesco Gaetano Caltagirone, Tria (19,00).

Milano, Mattarella in visita alla Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori (11,00).

 

EUROPA

Parigi, Interim Economic Outlook Ocse, conferenza stampa capo economista Laurence Boone (11,00).

Salisburgo, termina riunione informale Capi di Stato e di Governo dell’Unione europea; partecipa Conte.

Vienna, continua conferenza generale Iaea; termina il 21 settembre.

 

CANADA

Montreal, Mogherini a riunione ministri Affari Esteri donne.

Halifax, riunione ministri Ambiente ed Energia G7 su cambiamento climatico ed energia pulita.

 

ASIA

Cina, Di Maio in visita a cerimonia inaugurazione padiglione Italia insieme a vicepremier Hu Chunhua; discorso a cerimonia di apertura Fiera “Western China International Fair”; conferenza stampa; partecipa a concerto Nino Rota “Incantevole Italia” con governatore Sichuan Sig. Yin Li (12,00).