MARKET MOVER 25 LUGLIO 2018

MARKET MOVER 25 LUGLIO 2018

germany-business-confidence (2)

Germany-business-confidence

IFO – Si attende un’ulteriore discesa per l’indice di fiducia delle imprese tedesche relativamente al mese di luglio. Il dato rilasciato alle 10.00 riporta un ribasso frazionale di 0,1 (101,7 luglio) rispetto al mese precedente ed in contrasto rispetto alle stime per un indicatore a 101,6 da 101,8 di giugno. A fine giugno, l’istituto aveva sottolineato come al calo avesse contribuito lo spettro di una guerra commerciale globale generato dal presidente Usa Donald Trump e un generalizzato rallentamento dell’economia internazionale. L’economista dell’istituto Ifo Klaus Wohlrabe aveva detto che il periodo di boom dell’economia tedesca è finito e la Germania si avvia ora ad una fase di crescita più normale, sottolineando l’aumento dell’incertezza delle imprese tedesche e il calo delle aspettative sull’export.

Ieri l’indice PMI Purchase Managers Index Manufactoring tedesco ha fatto segnare un rialzo inatteso dal consensus delle stime (55.5 contro una rilevazione effettiva a 57.3) .

germany-manufacturing-pm

germany-manufacturing-pmi

 

euro-area-manufacturing-pm

euro-area-manufacturing-pmi

In una prospettiva in cui si ritiene che, a causa del potenziale impatto negativo provocato da un’escalation della guerra commerciale, le esportazioni possano subire penalizzazioni in Europa ci si interroga quale domanda interna possa ritenersi sufficientemente resiliente per attutire le ripercussioni sulla crescita della zona euro. In alcune aree del nord i consumi sembrano sufficientemente solidi da sostenere un trend positivo. Ma l’impatto della disputa commerciale  nella fiducia delle imprese appare al momento ancora rilevante .

 

IFO INDEX Germany

IFO INDEX Germany

 

 

FOREX – Clima attendista per le valute sulle piazze asiatiche in vista dell’incontro fra Trump e Juncker, con gli investitori concentrati sui disaccordi sul commercio fra Usa e Unione europea.
Alla pubblicazione dei dati IFO l’eur usd non reagisce in modo significativo. Riamene all’interno del micro range che abbiamo stimato agli inizi di settimana.  Nella giornata odierna si attende una verifica di 1.1675: la violazione attiva vendite per flessioni verso 1.1590 eur usd.

L’eur gbp ritorna come atteso a verificare area .89 dopo l’a breve accelerazione dell’euro nello scorso fine settimana. Come scritto il test è importante in quanto offre la prova tecnica sulle intenzioni del mercato rispetto all’avvio o meno di una tendenza più favorevole ad un contenuto rafforzamento del cambio eur gbp.

Contro yen l’euro si presenta al test di area 130. Il livello ha le stesse caratteristiche tecniche del supporto 0.89 di eur gbp. La tenuta favorirebbe ulteriore interesse di breve per la divisa europea. In ogni caso prima di esprimere un giudizio più completo preferiamo analizzare l’esito di queste verifiche tecniche.

GREGGIO – Prezzi del greggio in rialzo per il secondo giorno, sulla scia di un calo delle scorte, secondo i dati Api, che placano il timore di un eccesso di offerta. Attorno alle 7,50 i derivati sul Brent scambiano in rialzo di 49 cent a 73,93 dollari il barile, quelli sul greggio Usa guadagnano 22 cent a 68,74 dollari il barile.

TREASURIES – Curva dei rendimenti in appiattimento ieri sulla piazza Usa dopo una forte asta di titoli a 2 anni. Il differenziale interno alla curva sul tratto 2-10, che ha chiuso intorno ai 31 punti base dai precedenti 33, nella notte ha registrato un ulteriore appiattimento e attorno alle 7,30 vale 29 punti base . Alla stessa ora il decennale di riferimento Usa rende 2,645% da 2,652% di ieri in chiusura.

DATI BCE – In pubblicazione da parte della Bce le cifre relative al portafoglio titoli di Stato italiani detenuti da banche residenti nel mese di giugno. In maggio il controvalore del portafoglio era salito per il quinto mese consecutivo a 363,547 miliardi di euro, contro i 352,382 di aprile. L’ammontare dei titoli di Stato italiani detenuti da banche residenti si è mantenuto sopra i 400 miliardi ininterrottamente da maggio 2013 a ottobre 2016, con un picco di quasi 440 miliardi a febbraio 2015, tornando nuovamente oltre tale soglia in marzo e aprile dell’anno scorso. Il dato Bce anticipa l’analoga statistica di Banca d’Italia.

JUNCKER IN USA – Incontro a Washington fra Trump e il presidente della Commissione Ue Juncker. Una visita concentrata su un confronto in materia di commercio col presidente Usa, dopo l’imposizione da parte di Trump di dazi su acciaio e alluminio europei e dopo la minaccia di estenderli anche alle auto dell’Ue.

 

PRIMARIO ITALIA – Dopo l’annuncio a mercati chiusi dell’offerta di 6 miliardi di euro di Bot a 6 mesi in occasione dell’asta di venerdì 27 luglio, il Tesoro comunicherà i dettagli dei collocamenti a medio-lungo di lunedì 30, per cui Intesa prevede un’emissione da 9,25 miliardi di euro, comprensiva del lancio del nuovo decennale dicembre 2028, accanto alle riaperture dei benchmark 5 anni e Ccteu. I primi collocamenti saranno comunque quelli di giovedì 26 luglio: 1,5-2 miliardi nel Ctz marzo 2020 e tra 750 milioni e 1,25 miliardi del Btpei a 10 anni.

BTP – Su volumi sottili di scambi tipicamente estivi, il secondario italiano ha chiuso in calo, in vista degli annunci delle aste a medio-lungo e del consiglio Bce in agenda giovedì. Lo spread in seduta è balzato fino a 238 punti base, massimo dal 12 luglio, su una tale scarsità di scambi che qualunque flusso è capace di determinare bruschi movimenti. Alla chiusura del mercato, lo spread quotava 234 punti base, mentre il tasso del decennale di riferimento si attestava a 2,671%.

MATTARELLA BLINDA TRIA – Secondo un retroscena riportato da ‘La Stampa’, il presidente della Repubblica fa quadrato attorno a Tria in vista della Legge di Bilancio, dopo gli attacchi di Di Maio e Salvini. Così il Capo dello Stato, per Costituzione garante del rapporto tra Italia e Ue sui vincoli di bilancio, ha deciso un giro informale di incontri. Col presidente del Consiglio Conte, che ha già visto, e con la presidente del Senato Casellati e con quello della Camera Fico, che incontrerà nei prossimi giorni, al fine di prevenire degli attriti che potrebbero portare a una crisi di governo. Una moral suasion, si legge, che “sarà indirizzata ad evitare un combinato disposto di norme fuori dai parametri e di dichiarazioni che suscitino pericolosi corti circuiti. Anzitutto con la Commissione europea. Ma anche con i mercati”.

 

DATI MACROECONOMICI

FRANCIA

Prezzi produzione giugno (8,45).

 

GERMANIA

Indice Ifo luglio (10,00), attese 101,5.

 

ZONA EURO

Crescita annua M3 giugno (10,00), attesa 4%.

 

USA

Revisione licenze edilizie giugno (14,00).

Nuove case unifamigliari giugno (16,00), attese 670.000.

Scorte Usa settimanali prodotti petroliferi Eia (16,30).

 

ASTE DI TITOLI DI STATO

ITALIA

Tesoro, annuncio tipologia e quantitativi Btp e Ccteu in asta il 30 luglio.

 

EUROPA

Germania, Tesoro offre 4 miliardi Bobl a 5 anni, scadenza 13/10/2023.

 

USA

Washington, Tesoro offre titoli di Stato a 5 anni e a 2 anni a tasso variabile.

 

BANCHE CENTRALI

ITALIA

Bce pubblica portafoglio mese di giugno titoli di Stato italiani detenuto da banche residenti.

 

EUROPA

Zona euro, Bce pubblica dati giugno su moneta M3 e credito a imprese e famiglie.

Bce pubblica portafoglio mese di giugno titoli di Stato italiani detenuto da banche residenti.

 

APPUNTAMENTI

ITALIA

Bergamo, inizia processo Ubi per Massiah, Bazoli e altri e per la stessa banca.

Roma, Senato, cerimonia di consegna del ventaglio (11,00).

Senato, commissioni sanità Senato e Camera, audizione Grillo (14,00).

Roma, Senato, commissione affari Costituzionali, comunicazioni Salvini (14,00).

Roma, Camera, aula, pregiudiziali decreto Dignità.

 

EUROPA

Bruxelles, Acea pubblica registrazioni veicoli commerciali Europa giugno.

 

USA

Washington, Trump riceve presidente Commissione Ue Juncker.