MARKET MOVER 17 LUGLIO 2017

MARKET MOVER 17 LUGLIO 2018

Aggiornate le stime sulla crescita attese dal Fondo Monetario Internazionale: revisione al ribasso per l’Eurozona. Stabile quelle relative agli USA. Confermato l’Outlook sulla Cina.

IMF GLOBAL GROWTH OUTLOOK LUGLIO 2018

IMF GLOBAL GROWTH OUTLOOK LUGLIO 2018

IMF GLOBAL GROWTH OUTLOOK LUGLIO 2018

IMF GLOBAL GROWTH OUTLOOK LUGLIO 2018

MARKET MOVER le notizie che aiutano la gestione del rischio di cambio

MARKET MOVER
le notizie che aiutano la gestione del rischio di cambio

FOREX – In attesa della prima audizione al Congresso di Powell, il dollaro ha ceduto i precedenti guadagni contro le principali controparti. Il mercato aspetta dal presidente della Fed qualche indicazione sul ritmo di strette monetarie a venire. Attorno alle 7,50 l’euro vale 1,1715/16 da 1,1709 della chiusura di ieri; e 131,65/69 yen da 131,48. Il dollaro/yen si attesta invece a 112,40 da 112,28 della chiusura di ieri.

GREGGIO – In rialzo dal minimo dei tre mesi i prezzi del Brent, dopo che altri lavoratori del settore hanno scioperato in Norvegia, sostenendo un mercato dominato negli ultimi giorni da problemi provenienti da un eccesso di offerta. Attorno alle 7,50 il future sul Brent guadagna 16 centesimi a 72,00 dollari al barile, mentre il contratto di riferimento sul greggio Usa vale sul Nymex 67,88 dollari con un calo di 18 centesimi.

TREASURIES – Rendimenti in rialzo per i titoli del Tesoro Usa, con il decennale di riferimento che ha chiuso con un tasso a 2,70% dopo aver toccato il massimo di oltre una settimana a 2,858%.

FMI SU ITALIA – Il Fondo monetario internazionale ha confermato le stime di crescita dell’economia globale nel biennio 2018-2019, su cui nel breve termine pesano le tensioni sul commercio globale, mentre in Europa è aumentata l’incertezza politica. Quanto all’Italia, il Fmi ha rivisto al ribasso le stime di crescita del Pil quest’anno e il prossimo, prevedendo un impatto negativo sulla domanda interna dell’allargamento dello spread per i timori sulle future misure economiche del governo. La proiezione di crescita del Pil nel 2018 è scesa a 1,2% da 1,5% indicato in aprile; per l’anno prossimo, l’organismo di Washington vede una crescita di 1,0% contro 1,1% indicato in aprile. La revisione al ribasso delle stime del Pil italiano da parte del Fondo monetario internazionale segue quella operata dalla Commissione europea la settimana, quando lo stesso ministro dell’Economia ha riconosciuto il rischio di una moderata revisione al ribasso.

BTP – Il secondario italiano ha chiuso con andamento misto la prima seduta della settimana, con un contenuto rialzo dei brevi e un moderato calo dei lunghi. Il rendimento del decennale di riferimento ha concluso la giornata a 2,587%, mentre il differenziale con la Germania ha archiviato la seduta a 228 punti base.

PRIMARIO – Si attiva sul primario la Germania, con l’offerta di 3 miliardi del suo Schatz. Fra i periferici invece la Spagna avrà la sua prima asta della settimana, tra 2 e 3 miliardi in titoli a brevissimo a tre e 6 mesi, mentre giovedì offrirà tra 4 e 5 miliardi di obbligazioni con scadenza 2023, 2026, 2028 e 2033.

DECRETO DIGNITÀ – Arriva in parlamento il decreto dignità, con le audizioni in Commissione Finanze e Lavoro alla Camera a partire da Boeri. Toccherà poi a Di Maio. Ieri Di Maio e Boccia si sono confrontati sul lavoro su La7 alla trasmissione ‘Bersaglio mobile’. Di Maio ritiene le cifre fornite dall’Inps sulla perdita di 8.000 posti di lavoro nel 2025 “senza nessun fondamento scientifico”. Boccia stesso ha ritenuto la previsione “eccessiva” ma differenzia la dimensione del contratto a termine da quella alla lotta alla precarietà. L’approdo in aula del decreto è atteso il 24 luglio.

SAVONA SU REPUBBLICA – Rispondendo a un commento pubblicato il 15 luglio sul quotidiano, Paolo Savona parla della sua proposta di rafforzare i poteri della Bce. “Per evitare che la crescita europea dipenda da forze esterne occorre dotare la Bce di poteri sul cambio” scrive il ministro per gli Affari europei che cita come una “grave lacuna” dei poteri della Bce “quella di non avere la possibilità di effettuare interventi di mercato per contrastare la speculazione”. Savona ricorda che l’euro è la seconda moneta nelle transazioni globali reali e finanziarie, ma non può agire come la Fed americana e le altre principali banche centrali del mondo. “È giunto il momento di affrontare il completamento dell’importante istituzione europea per garantire la sua piena operatività e il suo sostegno alla crescita” si legge nella lettera del ministro. Un compito che “non spetta in punta di teoria alla Bce e richiede uno o più strumenti di politica fiscale comune”.

NOMINE BCE – La Banca centrale europea ha pubblicato un annuncio per trovare il nuovo presidente del consiglio di sorveglianza sulle più grandi banche della zona euro. L’incarico di cinque anni di Danièle Nouy scade a fine anno e non può essere rinnovato. Nessuno ha espresso formalmente interesse per l’incarico, ma le indiscrezioni stampa indicano il presidente dell’Autorità bancaria europea Andrea Enria, l’attuale membro del consiglio della sorveglianza Bce Ignazio Angeloni, il vice governatore della Banca d’Irlanda Sharon Donnery e l’ex supervisore olandese Jan Sijbrand come potenziali candidati.

NOMINE MINISTERO ECONOMIA E CDP – Continua l’attesa sulla nomina del nuovo direttore generale del ministero dell’Economia per la quale, come ha detto Di Maio, è necessario un confronto in seno al governo. Secondo quanto riferito a Reuters da fonti vicine al dossier, Tria vuole per il ruolo Alessandro Rivera, che negli ultimi anni ha gestito la partita delle crisi bancarie. Una parte del M5S sostiene invece Antonio Guglielmi, direttore generale per il dipartimento dei mercati azionari di Mediobanca. Attesa anche la nomina dell’AD della Cassa depositi e prestiti, ruolo per il quale corre Dario Scannapieco. Mercoledì 18 luglio l’assemblea di Cdp, dopo diversi rinvii, dovrebbe comunicare le nomine.

INFLAZIONE – In agenda il dato finale sui prezzi al consumo relativi a giugno. Secondo i dati preliminari di Istat, l’inflazione ha visto un’accelerazione leggermente superiore alle attese, trainata soprattutto dall’aumento dei prezzi dei beni energetici e dei trasporti, oltre che dagli alimentari. Secondo le cifre pubblicate a fine giugno, l’indice Nic ha registrato una variazione di +0,3% su mese e di +1,4% su anno, a fronte di attese per un rialzo dello 0,2% su mese e dell’1,3% su anno. A maggio l’indice era salito dello 0,3% congiunturale e dell’1% tendenziale. Sempre in giugno e sempre secondo le cifre provvisorie, l’indice armonizzato Ipca è salito dello 0,4% su mese e dell’1,5% su anno.

DATI CINA – I prezzi delle case in giugno hanno registrato un rialzo del 5% su anno in Cina dal precedente 4,7%.

 

DATI MACROECONOMICI

ITALIA

Istat, fatturato e ordinativi dell’industria maggio (10,00).

Istat, prezzi al consumo finali giugno (11,00) – attesa dato Nic 0,3% m/m; 1,4% a/a; dato armonizzato 0,3% m/m; 1,5% a/a.

 

GRAN BRETAGNA

Tasso disoccupazione maggio (10,30) – attesa 4,2%.

Variazione impiegati maggio (10,30) – attesa 150.000.

Salari medi settimanali maggio (10,30) – attesa 2,5% a/a.

 

USA

Produzione industriale giugno (15,15) – attesa 0,6% m/m.

Utilizzo capacità produttiva giugno (15,15) – attesa 78,3% m/m.

Produzione manifatturiera giugno (15,15) – attesa 0,7% m/m.

Flussi netti investimenti maggio (22,00).

 

ASTE DI TITOLI DI STATO

EUROPA

Germania, Tesoro offre 3 miliardi Schatz a 2 anni, scadenza 12/6/2020 cedola 0%.

Spagna, Tesoro offre titoli di Stato a 3 e a 9 mesi.

 

USA

Washington, Tesoro offre 26 miliardi di dollari titoli di Stato a 52 settimane, scadenza 18/7/2019.

 

BANCHE CENTRALI

EUROPA

Gran Bretagna, audizione governatore Bank of England Carney e direttore Financial Conduct Authority Bailey a commissione Tesoro per discutere rapporto di stabilità finanziaria banca centrale, a Farnborough (10,00).

 

USA

Washington, audizione semestrale governatore Fed Powell a commissione Bancaria Senato su economia e politica monetaria (16,00).

 

APPUNTAMENTI

ITALIA

Roma, a commissioni Finanze riunite audizione Tria su linee programmatiche (13,30).

Roma, a commissioni Giustizia e Finanze della Camera audizione Berruti (Consob) su schema decreto legislativo recante norme di adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento relativo agli abusi di mercato (9,00).

Roma, a commissione Bilancio della Camera inizia rendiconto generale dell’Amministrazione dello Stato per il 2017; disposizioni per l’assestamento del bilancio dello Stato e dei bilanci delle amministrazioni autonome per il 2018 (tutta la settimana).

Roma, a Commissione Finanze e Lavoro della Camera esame decreto dignità; approdo in aula atteso il 24 luglio.

Cna presenta rapporto 2018 ‘Osservatorio permanente sulla tassazione delle Pmi’ con Bernini, Marini, Ruocco, Garavaglia (11,00).

Milano, convegno “Crescita e stabilità nei dieci Paesi dell’Asean” con presidente Ucimu Carboniero, Ghirga di Banca d’Italia; conclusioni E. Letta (17,30).

Milano, prima udienza processo Mps a Viola e Profumo per aggiotaggio e falso in bilancio.

 

EUROPA

Bruxelles, Acea pubblica registrazioni auto Europa giugno.

Vienna, ministro Energia russo Novak incontra rappresentanti ucraini e Ue su fornitura gas (anche il 18 luglio).