MARKET MOVER 13 FEB 2018

news market mover

MARKET MOVER 13 FEB 2018

Market Mover le notizie che muovono i mercati

In tarda mattinata Wlademir Biasia terrà una conferenza presso l’Universita’ di Udine: I MERCATI FINANZIARI VERSO LE ELEZIONI POLITICHE – Possibili scenari dopo il voto.

L’eur usd sta completando la reazione di cui seguiamo l’evoluzione dalla scorsa settimana con il parziale rialzo verso area 1,2330/50. Il  successivo break out di 1.2200 completerebbe il primo segnale negativo per l’euro.

Le borse rimangono asservtive ad un’azione di riassorbimento del flash crash di inizo mese. Nel report odierno, l’aggiornamento settimanale di WB Perspectives descriviamo le contingenze del momentum.

WB ANALYTICS

FOREX – Dollaro in discesa nei confronti della principali controparti, in un contesto di rinnovato appetito di rischio, dopo le turbolenze sull’azionario della settimana scorsa, che ha incentivato le puntate contro la valuta Usa. Intorno alle 7,30 la valuta Usa passa di mano a 108,13 yen da 108,64 yen della chiusura; il dollaro perde terreno anche sull’euro, che sale a 1,2322 da 1,2291 del precedente finale di seduta; la valuta unica cede su yen a 133,23 da 133,54 yen della chiusura.

ASTE ITALIA – Entra nel vivo con l’offerta a medio lungo la tornata di aste di metà mese del Tesoro, che mette a disposizione 6,25-7,75 miliardi di euro in Btp a 3,7 e 30 anni. Nel dettaglio saranno offerti 2-2,5 miliardi del Btp ottobre 2020 che, in chiusura sul secondario, offriva un rendimento in area 0,08% contro 0,04% dell’asta di gennaio; a disposizione inoltre 2,5-3 miliardi del Btp novembre 2024, il cui rendimento in chiusura sul secondario si attestava in area 1,44% contro 1,35%, rendimento di aggiudicazione dell’asta di un mese fa. Infine, saranno offerti 1,75-2,25 miliardi del Btp marzo 2048, riaperto l’ultima volta ad ottobre, quando venne assegnato al rendimento di 3,33%, mentre in chiusura sul secondario ieri passava di mano ad un tasso di 3,14%, a segnalare la recente migliore performance della parte lunga della curva, sulla scorta della ricerca di rendimento da parte degli investitori.

PIANO ECONOMICO TRUMP – Il presidente Usa ha presentato il proprio piano di bilancio federale che prevede, tra l’altro, la mobilitazione di 200 miliardi di dollari di fondi per il rinnovo delle infrastrutture, capaci di stimolare 1.500 miliardi di investimenti in 10 anni.

BOND EURO – Resta condizionato alle speculazioni di una ripresa dell’inflazione a livello globale l’andamento del mercato obbligazionario tedesco, i cui rendimenti si sono mossi verso l’alto, in scia a quelli dei Treasuries Usa, con relativo irripidimento della curva nel tratto 2-10 anni. I titoli di Stato dei paesi della cosiddetta periferia dell’area euro hanno sovraperformato la carta ‘core’, in un contesto di migliore appetito per il rischio, come testimoniato dal rimbalzo delle borse, reduci dalla peggiore settimana in due anni.

VERSO IL VOTO – Resta nel complesso contenuta l’attenzione degli investitori alla campagna elettorale italiana, ormai a meno di tre settimane dal voto. Stamane sui quotidiani domina il caso dei mancati rimborsi della diaria di alcuni deputati del M5s mentre, nel campo del centrodestra, Berlusconi si è detto pronto ad abolire la legge sulle unioni civili e il responsabile economico della Lega Borghi a rivendicare l’intenzione di uscire dall’euro. Renzi intanto ha smentito la ricostruzione del ‘Giornale’ secondo cui il segretario dem, in caso di risultato mediocre per il Pd, punterebbe alla presidenza del Senato.

BCE – Secondo quanto riportato da ‘Il Messaggero’ domani lo spagnolo de Guindos e l’irlandese Lane, candidati alla poltrona di vicepresidente Bce, si troveranno l’uno di fronte all’altro in un’audizione informale a porte chiuse davanti alla Commissione affari economici e monetari del Parlamento Ue, prima tappa dell’iter della procedura formale per la nomina del successore di Costancio, in scadenza il 31 maggio.

BANCA DEL GIAPPONE – Dai commenti di alcuni esponenti politici giapponesi, tra cui il premier Abe, arrivano conferme, seppur indirette, alle indiscrezioni stampa secondo cui il governo avrebbe deciso di confermare Kuroda alla guida di Banca del Giappone per altri cinque anni.

GREGGIO – Il rimbalzo delle borse sostiene i prezzi del greggio. I futures sul Brent salgono di 41 centesimi a 63 dollari il barile; i derivati del Nymex salgono di 37 centesimi a 59,66 dollari il barile. Secondo le stime dell’Opec, che ha varato un piano di tagli per ridurre l’eccesso di offerta, la domanda mondiale di greggio aumenterà più del previsto nel 2018, complice la buona salute dell’economia globale, ma il mercato tornerà in equilibrio solo verso la fine dell’anno e non prima, perchè le pressioni sui prezzi incoraggeranno gli Usa e altri paesi non aderenti all’organizzazione ad aumentare la produzione.

TREASURIES – Chiusura negativa per il mercato obbligazionario americano, con il tasso del decennale in salita al massimo da quattro anni e quello del trentennale che ha toccato il picco da 11 mesi, in un contesto di ridotto appeal del debito a basso rischio. Il tasso del decennale benchmark ha archiviato la seduta a 2,851% da 2,831% di venerdì sera, dopo una fiammata a 2,902%, picco da gennaio 2014.

DATI MACROECONOMICI
GRAN BRETAGNA
Prezzi al consumo gennaio (10,30) – attesa -0,6% m/m; 2,6% a/a.
Prezzi input gennaio (10,30) – attesa 0,7% m/m; 4,2% a/a.
Prezzi output gennaio (10,30) – attesa 0,2% m/m; 3,0% a/a.

ASTE DI TITOLI DI STATO
ITALIA
Tesoro offre 2-2,5 miliardi settima tranche Btp a 3 anni, scadenza 15/10/2020, cedola 0,20%; 2,5-3 miliardi nona tranche Btp a 7 anni scadenza 15/11/2024, cedola 1,45%; 1,750-2,250 miliardi quarta tranche Btp a 30 anni scadenza 1/3/2048, cedola 3,45%.

EUROPA
Spagna, Tesoro offre 3,5-4,5 miliardi euro titoli di Stato a 6 e 12 mesi.

BANCHE CENTRALI
EUROPA
Svezia, inizia riunione di politica monetaria Riksbank (9,00).

USA
Dayton, intervento presidente Fed Cleveland Mester (14,00).

APPUNTAMENTI
ITALIA
Roma, Confcommercio incontra leader politici: Berlusconi (9,30), Grasso (12,00), Bonino (14,30), Salvini (16,00).
Roma, Bei presenta rapporto annuale con Padoan, Scannapieco, Rossi (14,30).
Roma, Corte dei Conti inaugura anno giudiziario 2017/2018, con Mattarella (11,00).
Bologna, John Hopkins University School of Advanced International Studies, 63° anniversario SAIS Europe, intervento presidente Parlamento Europeo Tajani su “Il Futuro dell’Europa” (18,30).
Latina, comizio di Renzi (18,00).

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento