MARKET MOVER 21.11.2017

Buongiorno,

Rispetto alle aperture di ieri mattina da noi commentate, come atteso il mercato azionario ha reagito con una prova di forza significativa. Il FTSE Mib ha ora la possibilità di andare a collaudare area 22350, livello oltre il quale potremmo vedere nuovi buy. Per il momento non possiamo sciogliere riserve su un orizzonte più ampio. Il primo passo comunque per ristabilire un recupero più costruttivo passa proprio per il breakup del livello indicato. Di pari passo le borse europee: per l’Eurostoxx 50 l’analogo livello quota 3585/90.

L’euro ha subito significative vendite anche ieri sui massimi generati dalla reazione in area 1.1730. Nella giornata odierna osserveremo il range 1.1690 ed 1.1775 eur usd. La tenuta del livello superiore ed un ritorno di 1.1690 può rappresentare un primo passo verso un nuovo indebolimento della divisa europea a patto che vi sia il successivo breakout di 1.1690.

WB Analytics

POLITICA GERMANIA – C’è la possibilità di nuove elezioni politiche in Germania. Dopo oltre quattro settimane di trattative infruttuose, i Liberali hanno abbandonato la trattativa per la formazione di un nuovo governo con Popolari e Verdi (la cosiddetta colazione Giamaica) spiegando che non c’è abbastanza terreno comune per un accordo. Angela Merkel — che vede ora in discussione la nascita del suo quarto governo — ha dichiarato di preferire un ritorno al voto piuttosto che guidare un esecutivo di minoranza.

BTP – L’obbligazionario italiano riparte stamane da un tasso decennale di 1,81% e da uno spread su Bund di 145 punti base (-2 pb su venerdì) dopo la seduta positiva di ieri, nella quale non si è registrato un impulso significativo, in termini di avversione al rischio, legato alle incertezze sulla politica tedesca. Le variazioni dei Btp sono rimaste contenute ma con un mercato che ha comunque accelerato sul finale.

BUYBACK TESORO – Il Tesoro ha annunciato per domani un’asta per il riacquisto di titoli di Stato, dopo aver condotto appena venerdì scorso la quinta operazione di concambio di questo 2017. I titoli oggetto dell’offerta di buyback saranno il Ccteu aprile 2018, il Ctz dicembre 2018 e i Btp aprile 2019 cedola 0,10%, ottobre 2019 cedola 0,05% e novembre 2021 cedola 0,35%. Per il riacquisto saranno utilizzate le eccedenze di cassa del ‘Conto disponibilità’ di via XX settembre. Nessuna indicazione è stata fornita sull’importo massimo del riacquisto.

PRIMARIO – È sensibilmente inferiore questa settimana rispetto alla precedente l’offerta sul mercato primario della zona euro. L’appuntamento principale è per domani, con la riapertura del trentennale tedesco agosto 2048; per oggi l’offerta si limita a massimo un miliardo di decennali finlandesi, cui si aggiungono le aste spagnole a breve: fino a 4,5 miliardi sulle scadenze 3 e 9 mesi.

DRAGHI SU PONDERAZIONE RISCHIO TITOLI DI STATO – Non c’è alcun consenso tra i regolatori globali per applicare ai portafogli di titoli di Stato una ponderazione di rischio — da cui oggi sono esentati — oppure un tetto al loro possesso. Lo ha detto Draghi intervenendo al Parlamento europeo. Il presidente della Bce ha aggiunto che l’Ue deve essere cauta rispetto all’ipotesi di introdurre regole unilaterali in materia.

SUCCESSIONE FED – Janet Yellen lascerà anche il proprio posto nel board della Fed una volta che il nuovo governatore Powell sarà investito ufficialmente della carica. Lo hanno annunciato la banca centrale Usa e la stessa Yellen, il cui mandato come governatore scade il prossimo febbraio, ma che tecnicamente potrebbe continuare a sedere nel board fino al 2024. In una lettera al presidente Trump, in linea con la prassi passata, Yellen annuncia che si dimetterà anche dal board e che nel frattempo si adopererà per una “transizione morbida”.

GREGGIO – Prezzi petroliferi complessivamente stabili, in un mercato dove continuano a scontrarsi tendenze opposte. Da una parte le aspettative di un’estensione dei tagli dell’output da parte dei Paesi Opec e di altri produttori non Opec, dall’altra la crescente produzione negli Stati Uniti: secondo Westwood Global Energy Group l’output Usa crescerà ancora di più di quanto indica l’aumento del numero dei siti di trivellazione, passati a 738 la settimana scorsa dai 316 di metà 2016. Alle 7,30 italiane il future Brent scambia a 62,29 dollari il barile (+0,07), il Nymex a 56,45 dollari (+0,03).

FOREX – L’euro recupera leggermente ma continua a scontare lo stallo politico tedesco. L’euro/dollaro tratta a 1,1744/45 da 1,1732 dell’ultima chiusura; nella seduta di ieri il cambio è sceso da sopra quota 1,18 fino a 1,1722 sulla notizia della rottura della trattativa a Berlino per la formazione del nuovo governo. Il ‘dollar index’ che mette in relazione il biglietto verde al paniere delle principali divise internazionali resta a sua volta in vista del picco di 94,104 di ieri, massimo dal 14 novembre. Dollaro/yen a 112,49/52 da 112,62. Euro/yen a 132,16/17 da 132,13.

TREASURIES – Governativi Usa in lieve rialzo nelle contrattazioni della mattinata, con un movimento opposto a quello registrato al termine della seduta di ieri. In una settimana priva di dati economici di rilievo in uscita e con volumi in probabile diminuzione in vista della festa del Ringraziamento di giovedì, il mercato dei Treasury si concentra soprattutto sulla pubblicazione delle minute dell’ultimo meeting Fed, in agenda per domani sera. Il benchmark decennale Usa sale di 3/32, rendimento a 2,361%.

DATI MACROECONOMICI
ITALIA
Istat, prospettive per l’economia italiana 2017-2018 (10,00).

PORTOGALLO
Partite correnti settembre (12,00).

USA
Indice attività nazionale ottobre (14,30).
Vendita case esistenti ottobre (16,00) – attesa 5,42 milioni; 0,7%.

ASTE DI TITOLI DI STATO
EUROPA
Gran Bretagna, Tesoro offre un miliardo Gilt 2026, cedola 0,125%.
Finlandia offre fino a 1 mld euro bond 10 anni.
Spagna, Tesoro offre 3,5-4,5 miliardi euro titoli di Stato a 3 e a 9 mesi.

USA
Tesoro offre 13 miliardi di dollari titoli di Stato a 2 anni a tasso variabile, scadenza 31/10/2019.

BANCHE CENTRALI
EUROPA
Zona euro, consigliere Bce Coeuré partecipa a panel su unione fiscale a Francoforte (16,00).

APPUNTAMENTI
ITALIA
Roma, Senato, commissione Bilancio vota emendamenti a manovra, tutta la settimana.
Roma, incontro governo-sindacati su Pensioni (9,00).
Roma, inaugurazione anno studi 2017/18 della Guardia di Finanza, con Gentiloni, Padoan (10,00).
Roma, a Commissione inchiesta banche, audizione Apponi (Consob) su Mps (10,00).
Roma, a Commissione Finanze della Camera indagine conoscitiva su impatto tecnologia finanziaria, audizione AD Cerved Nespolo (12,15).
Roma, Luiss, incontro di approfondimento su legge bilancio 2018 e Web Tax, con Casero (12,30).
Roma, Palazzo Chigi, Gentiloni interviene a cerimonia firma memorandum Eni-Fca per progetto ‘Insieme per un futuro low carbon’; presenti anche Descalzi e Marchionne (15,00).
Roma, Copasir, audizione Calenda (15,00).
Roma, Commissione Antimafia, audizione Gentiloni (19,30).
Milano, Sole24Ore, convegno “Viaggio nell’industria 4.0” con vice presidente regione Lombardia Fabrizio Sala, presidente Stm Italia Ferro, presidente Cda Candy Fumagalli (10,00).
Milano, inaugurazione anno accademico 2017/2018 Università di Milano-Bicocca, partecipano Maroni, G. Sala, ministro Fedeli (16,00).
Torino, presentazione nazionale “Terzo Rapporto sul secondo welfare in Italia”, apre i lavori presidente Intesa Sanpaolo Gros-Pietro; conclusioni presidente Compagnia di San Paolo Francesco Profumo (14,00).

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento